Notice
  • Direttiva EU e-Privacy

    Questo sito usa i cookie per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie.

    Mostra i documenti con la direttiva e-Privacy

Sathya Sai Italia

Home: Home / Infrastrutture
A+ R A-

Compendium

E-mail Stampa PDF

Bhagavan Autorizza la Pubblicazione del Compendio di 45 anni di Servizio nel Mondo

Sri Indulal Shah, Fondatore e Consigliere delle Organizzazioni Sri Sathya Sai,
il Venerato Bhagavan Sri Sathya Sai Baba,
Sri K Chakravarthi, Segretario dello Sri Sathya Sai Central Trust e
Sri Sudhir Joshi, SSSO, Mumbai.
Momento, Giorno e Data di Presentazione: martedì 1 marzo 2011, ore 19,45 - Luogo: Sala dei Bhajan, Prashanti Nilayam


Quando, nel 1965, fu fondata a Mumbai l’Organizzazione Sri Sathya Sai Seva (SSSO), pochi compresero che, a posteriori, gli storici avrebbero visto l’evento come un fatto epocale.
Meno ancora previdero la straordinaria penetrazione a livello mondiale che l’Organizzazione avrebbe ottenuto nei successivi quattro decenni e mezzo. Dai più sperduti villaggi dell’India rurale alle Isole del Pacifico, a tutte le repubbliche dell’ex Unione Sovietica e ai Paesi del G8, dal Polo Nord al Polo Sud, dal Kashmir al Kanyakumari, l’SSSO è diventata oggi sinonimo di puro amore indirizzata a progetti di sviluppo sociale.
Attraverso il proprio lavoro pionieristico nei settori del servizio alla collettività, della formazione del carattere, della sanità e dell’armonia delle religioni, l’Organizzazione Sai ha prodotto un impatto decisivo sulla società ed è sempre più riconosciuta dal mondo come un modello da imitare.
Basandosi sulla visione del Socialismo Spirituale di Bhagavan Sri Sathya Sai Baba, l’SSSO si è rivelata come la più diffusa nel mondo, priva di barriere, compassionevole e promotrice di servizi di vasta portata, i cui membri, pur uniti come un’unica famiglia umana, onorano le rispettive tradizioni etniche, culturali e religiose.
Per cogliere quest’ampia panoramica della Missione Sai dei trascorsi 45 anni, sri Indulal Shah, Fondatore e Consigliere Internazionale dell’SSO, ha tratto profitto dal suo lungo e stretto rapporto con il movimento Sai per redigere,

(didascalia)
Questa bibbia della Missione Sai è la cronaca di una silente rivoluzione che ha inaugurato nel mondo l’Era dell’Altruismo Sai.

acclamato come un faro spirituale per i posteri, il Compendio dell’SSSO che è la convergenza di una visione dall’interno della crescita dell’Organizzazione, di una ricerca approfondita, di una dettagliata documentazione e di una tecnologica d’avanguardia.

Il Compendio si presenta come un libro, accompagnato da una serie di 12 DVD per abbracciare ogni possibile aspetto della più pacifica e tuttavia potente rivoluzione che lo spirito umano abbia mai affrontato.
Si realizza in tal modo la profezia che Bhagavan Baba rivelò al defunto signor R.K. Karanjia, Editore di Blitz, nel settembre del 1976. Nell’intervista più ampia mai rilasciata a un mezzo di comunicazione, Sri Sathya Sai Baba profetizzò un tipo di Socialismo Spirituale basato sull’affidamento della ricchezza a una gestione fiduciaria destinata alla rimozione della povertà. Egli ha parlato di un cambiamento che deve svilupparsi dal cuore piuttosto che essere imposto dall’esterno. Riconoscendo che tutte le dottrine materialistiche hanno fallito nella realizzazione di una vera trasformazione, Baba aveva consigliato la trasformazione spirituale attraverso il servizio sociale disinteressato come necessario per una rivoluzione della coscienza umana quando, nel 1976, aveva dichiarato:
“Dobbiamo trasformare la società sostituendo i falsi valori con quelli veri. Dobbiamo convincere le persone ad abbracciare un alto livello di vita e a pensare in termini di umanità, moralità, compassione e distacco, in opposizione all’esistente avidità di lusso competitivo e di sfrenati consumi. La gente deve essere convinta che l’unico modo per far emergere la divinità latente in sé è di acquisire il controllo dei desideri e soggiogare l’avidità dei piaceri e del lusso, anziché essere schiava di tali falsi valori materialistici. Meno Bagaglio, più Comodità.
Ponete un freno ai vostri desideri, riducete le vostre brame, vivete in austerità spirituale e le risorse materiale disponibili saranno sufficienti per tutta l’umanità. Oltre a ciò, si dissolveranno le tensioni di un sistema socioeconomico competitivo e si ristabilirà la pace mentale. La vita è come un viaggio su di un’auto dalla nascita alla morte. Il corpo è il veicolo su cui viaggiate fino alla morte. … Non sarebbe meglio occuparsi dello spirito immortale piuttosto che sprecare il tempo, che va esaurendosi, a ottenere ricchezze e assicurarsi delle comodità? Questa è la logica della spiritualità con la quale Io cerco di trasformare l’atteggiamento della gente.”
Ciò che Baba rivelò all’editore Karanjia nel 1976 si è realizzato come fenomeno mondiale senza precedenti, e il compendio di sri Indulal Shah coglie le varie sfaccettature di questa storica Missione con lo stesso amore, la stessa competenza ed eccellenza che sono diventati sinonimi del Nome Sri Sathya Sai.

Per ulteriori dettagli, inviare una E-mail a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

-Smt. Karuna Sarup-Munshi
Prashanti Digital Studio
Prashanti Nilayam

 

BACK