Notice
  • Direttiva EU e-Privacy

    Questo sito usa i cookie per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie.

    Mostra i documenti con la direttiva e-Privacy

Sathya Sai Italia

Home: Home / Comitati di Coord.
A+ R A-

Comitati di Coordinamento

E-mail Stampa PDF

comitati di coordinemento

 

I Comitati di Coordinamento regionale  sono istituiti per meglio coordinare i Centri e Gruppi Sathya Sai dell’area di competenza e le loro funzioni si riflettono in quelle dei rispettivi presidenti.
Essi dovrebbero essere costituiti da un numero minimo di tre Centri, oltre agli eventuali Gruppi.

Presidente del Comitato di Coordinamento

Il presidente del comitato di coordinamento ha in particolare il compito di:

  • aiutare la nascita, la strutturazione e l’evoluzione dei Centri e Gruppi Sathya Sai;
  • divulgare e spiegare dettagliatamente le motivazioni e gli scopi che giustificano gli stessi;
  • riunire periodicamente i Centri/Gruppi della propria regione per incentivare l’armonia, la collaborazione e l’interscambio di esperienze tra gli stessi;
  • ottimizzare la comunicazione e la divulgazione di materiale, notizie e direttive tra il Consiglio Centrale Sathya Sai ed i suoi associati;
  • supportare i presidenti dei Centri/Gruppi nella soluzione di eventuali problematiche;
  • stendere una periodica relazione sulle attività svolte dai Centri/Gruppi nell’ambito del proprio territorio ed informare tempestivamente il consiglio direttivo del Consiglio Centrale Sathya Sai di ogni evento e/o fatto, ritenuto significativo, verificatosi nell’area di propria competenza.

 

Comitato esecutivo

Il comitato esecutivo, periodicamente riunito dal presidente del coordinamento, ha invece il compito di:

  • effettuare delle verifiche globali sul regolare svolgimento delle attività organizzative nei Centri e Gruppi Sathya Sai e sul loro corretto espletamento, in linea con le iniziative proposte e direttive comunicate a livello nazionale;
  • concordare e pianificare, di volta in volta, un programma di massima delle attività da svolgersi, a livello collettivo, nell’area regionale competente.